ITAENG

Margine

luogo Roma data 2018

nisida


Margine
Studio

luogo

Roma

data


2018

nisida

Nisida è un progetto realizzato per la ristrutturazione di un appartamento al Quadraro, borgata popolare a sud del centro di Roma, quartiere popolare, multietnico e al tempo stesso fortemente proiettato nel futuro, frequentato da giovani, creativi e artisti. Il committente, un giovane scrittore e autore pubblicitario Campano, desiderava una casa luminosa, semplice ma al tempo stesso stimolante dove poter anche lavorare.

pianta e sezione di progetto, evidente la scala che collega la casa al terrazzo e le partizioni trasversali che suddividono lo spazio ed assolvono l’azione statica.

Lo stato dei luoghi prima dell’intervento presentava una classica abitazione anni ’50, al primo piano di una palazzina tipicamente popolare a cui si aggiunge anche il lastrico di copertura con accesso esclusivo, che prima dell’intervento poteva essere raggiunto solo dal bagno della casa. All’interno la distribuzione delle camere avveniva mediante un corridoio lungo e privo di illuminazione naturale, circostanza che rendeva buia e opprimente la percezione della casa. Il progetto ripensa e razionalizza la distribuzione degli spazi interni al fine di aumentare la qualità architettonica e la funzionalità della casa. La demolizione di alcune partizioni e dei vani porta ha consentito maggiore permeabilità e luminosità allo spazio, donando alla casa l’aspetto di un open space.
Gli interventi di revisione funzionale degli spazi interni muovono dall’esaltazione delle partizioni trasversali che suddividono lo spazio ed assolvono l’azione statica, diaframmi che si interrompono su un passaggio aperto che funge da connettivo dell’appartamento e scandiscono le funzioni.
Particolare attenzione è stata riservata al corpo scala a due rampe che consente l’accesso dal piano terra al piano primo e la connessione al piano terrazzo. Il primo vano rampa, prima dell’intervento percepito buio e angusto, ora è caratterizzato da due bucature tonde che donando carattere e luce allo spazio d’accesso all’abitazione. Alla seconda rampa, che permette il collegamento al terrazzo, è stato sostituito l’accesso dal vecchio bagno, oggi la cucina della casa, con un pianerottolo che consente di accedervi sia dalla zona giorno che dalla zona pranzo. La piccola camera singola al centro dell’immobile è stata trasformata in due bagni, di cui uno ad uso esclusivo con accesso diretto dalla camera da letto. La camera, separata e distinta dalla zona giorno, ospita inoltre una cabina armadio da cui si accede al servizio privato.

vista della cucina con la parete che funge da spina dorsale della casa. La bucatura tonda nel setto consente una connessione visiva e un passaggio della luce tra gli ambienti.

Da un punto di vista formale, la scelta è ricaduta su pochi elementi: l’esaltazione della parete che funge da spina dorsale della casa, un muro in laterizio che è stato liberato dall’intonaco e scialbato a calce; la pavimentazione in rovere chiaro richiamata nelle mensole della libreria, del closet e dalle componenti di arredo; le marmette di cemento artigianali bianche e blu che caratterizzano la pavimentazione e il retro piano della cucina; il marmo di travertino chiaro che riveste i due bagni identici e speculari, i davanzali e le scale. Completano la descrizione gli arredi, sobri ed eleganti, acquistati da mercatini dell’antiquariato e ricercati in un gusto dell’abitare italiano degli anni ’60.

FacebookTwitterLinkedInPinterest

MARGINE nasce nel 2012 da un’idea di Giulio Ciccarese e Valentina Pontieri, due professionisti che condividono la visione di un’Architettura capace di raccontare ed assecondare le trasformazioni dello spazio al mutare delle esigenze dell’uomo, della natura e della società. L’attività di ricerca sul piano formale, funzionale e tecnologico, ispira una architettura complessa, capace di tenere insieme la fase creativa e quella realizzativa del progetto, controllandone qualità, costi e tempi di lavorazione. Lo studio si occupa di interventi di valorizzazione e salvaguardia del paesaggio e di progettazione di reti per la mobilità lenta. 

 

© 2020 Aedificio.it tutti i diritti riservati – Privacy Policy

ITAENG